Coccodrillo

Non piangi, non parli, ti fai nascondere dalle acque e ti lasci vedere solo quando vuoi, solo la parte che vuoi.

Che magari poi è troppo tardi.

Quando attacchi fai male, non so se lo sai ma tanto lo farai lo stesso. Niente mezzi termini, solo colpi sicuri.

E sarà sicuramente troppo tardi.

 

Io intanto sto lì, sulla mia terra ferma di cui sono così sicura. Coi piedi asciutti a osservare le increspature che lasci e che non mi fanno vedere il fondo. Mangiami se ti va.

Preghiera n°2

Non rinchiuderti in te stessa, come un fiore che alla sera cela il suo tesoro fra i petali, sperando che il sole torni a scaldare l’indomani.

Quello stesso sole potrebbe non riuscire a scalzare le nuvole. Nell’ombra i tuoi colori non possono brillare.

Preghiera n°1

Non lasciarti accartocciare dalla stessa fiamma che alimenti, come un foglio di carta in un camino che si sta spegnendo.

L’inchiostro si scioglie col calore, quelle parole rischiano troppo di non essere mai lette.

Buio diurno

A occhi chiusi vedo solo i puntini bianchi che punzecchiano il buio.

Non conto le pecore, ché sono fuori a vivere la loro vita da pecore.

E io che avrei voluto essere leone sono solo una pecora nera.