Quello che so fare meglio

Mi viene così male che quasi non lo faccio.

Non lo faccio più e mi dimentico di come si fa. Non lo faccio, non mi viene.

Con gli occhi degli altri è più facile ma io i loro occhi non li ho. Non mi spettano e non aspettano che arrivi anche io. Che arranco, sforzo i collegamenti e spingo in fuori per capire se mi sbaglio. Se riesco a vedere con i loro occhi.

Non è solo la retina, non la pupilla che si restringe. Un puntino piccolo in mezzo a quell’iride che spinge.

Mi viene male o non mi viene, non lo faccio. Se perdo di vista come si fa non mi viene più e non lo posso più fare.

“Dio!” grido, ma non per chiamarlo, ché sono sola in mezzo a tanti ma nessuno che mi presti gli occhi.

 

[Me li vogliono aprire dicono, ma se poi spingo e vedo oltre e poi non mi viene più io preferisco non vedere]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...