Abbi coraggio

Scivola sulla pelle nuda il senso, il sesto.

Un brivido lungo la schiena, il freddo.

Srotola la spina dorsale senza alzarsi.

Lo sguardo rimane inchiodato, il fondo.

Scardina la testa, ciondola scoordinata.

Tac, tac, tac,  il corpo si muove a scatti come vittima di un tic.

 

E poi prenderò un coltello, di quelli grossi, e lo affonderò nelle carni. Dentro, rigirerò la lama fino ad essere soddisfatta, con il sangue caldo che mi colora la pelle. L’ardente soddisfazione, carica di adrenalina, forse mi toglierà il dolore. Quello, che è così profondo, forse uscirà allo scoperto e non potrà più colpire, inflitto e afflitto. Moriremo assieme, perchè è l’unica soluzione possibile. Nel momento ultimo mi solleverò e guarderò dritto davanti a me, specchiandomi nella lama che ancora stringerò in mano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...